STORIE

L’isola racconta l’isola

Per conoscere Carloforte, niente di meglio che ascoltare i suoi racconti. Parole di marinai, storie di vele latine, di tonni giganteschi catturati in un maggio lontano, di piccoli miracoli nati in cucina. Vicende di chi nell’isola c’è nato. Storie di chi la ama da sempre.


Gastronomia

La cucina in casa

Ricordi, curiosità e ricette della cucina casalinga di Carloforte raccontati da una carlofortina DOC.

di Vannisa Biggio

Cultura Cultura

I galanzieri

I Galanzieri erano i marinai carlofortini che, all’inizio del ‘900, trasportavano via mare la galena o galanza, minerale di piombo che caricavano dalle vicine miniere del Sulcis Iglesiente

di Nicolo Capriata

San Pietro? Nel nome il primo mistero

Nell’immaginario collettivo, ma frequentemente anche nella realtà, ogni isola serba in sé una serie di misteri più o meno grandi che ne aumentano il suo fascino.

di Nicolo Capriata

I pomiti

La tramontana tesa sterilizza l’aria gelida e priva di odori, nemmeno la barca emana il caratteristico e familiare profumo mentre l’orizzonte spazia oltre i consueti confini, acceso dalle prime luci dell’alba.

di Andrea Luxoro

Racconti Racconti

Residenza temporanea

“… E le casette, sparse su tutti i pendii dell’isola, sembrano, da lontano, non costruite là, ma collocate là da un “presepita” estroso e ricercatore dell’effetto pittoresco…”

di Andrea Luxoro

Cultura

I Carlofortini

I Carlofortini non sono solo ovviamente fieri del loro paese e orgogliosi della propria identità, si piacciono proprio nella loro diversità e unicità etnica, godono sornioni di essere l’amalgama di genti, epoche e storie diverse, di aver attraversato il Mediterraneo dal’500 ad oggi.

di Luca Navarra

Lingua

Breve prontuario del turista poliglotta

Ad alcuni giorni dall’arrivo sull’isola di San Pietro, dopo aver preso confidenza sul bagnasciuga o durante un aperitivo con qualche isolano loquace, potresti essere goliardicamente sottoposto al test sul tabarchino.

di Andrea Luxoro

Racconti

A facussa

La semenza di facussa è tramandata in famiglia da sempre, dal padre, dal nonno, dal padre del nonno – arriva dagli arabi, perché i carlofortini vivevano li, e siccome erano furbi se la son portata in Sardegna…

di Andrea Luxoro