A nord est dell’Isola di San Pietro, a 800 metri di distanza dalla costa,  si trovano l’Isolotto dei Ratti e la poco più grande Isola Piana.

L’Isolotto dei Ratti è lungo appena 200 metri e alto 6. Completamente deserto, roccioso e circondato da secche, non ha approdi ma può essere comunque visitato in autonomia, noleggiando una barca.

Sul lato occidentale si trova una piccola spiaggetta con sabbia granulosa, riparata dal vento di maestrale. I fondali degradano lentamente, sono rocciosi e spesso coperti da vegetazione marina. Ideale per lo snorkeling e la canoa.

L’Isola Piana, 300 metri più a nord, ha una struttura quasi quadrata, di 800 metri per 700.  Con la sua superficie quasi piana, da cui il nome, non arriva a 20 metri sul livello del mare.

L’isola apparteneva, un tempo, ai Marchesi di Villamarina dove abitarono insieme ai tonnarotti dell’omonima tonnara. Nel 1975, chiusa l’attività di pesca del tonno,  il villaggio venne ristrutturato in alloggi privati.

Ancora oggi ospita i suoi abitanti durante la stagione estiva, ha una chiesetta in cui ogni domenica si celebra la funzione religiosa, alcuni negozi e una pizzeria-discoteca.

L’accesso al villaggio è consentito solo con l’autorizzazione dei proprietari, mentre il resto dell’isola può essere visitato in autonomia, raggiungendo l’isola con imbarcazioni a noleggio.

L’isola è quasi interamente rocciosa, con scogliere a strapiombo su fondali profondi e rocciosi, segnati da un piccolo faro sulla costa Nord Occidentale.

L’unica spiaggia, detta di Punta del Tempiese, è di sabbia ambrata e si affaccia all’Isolotto dei Ratti, protetta dai venti di maestrale.

Link relativi all'Articolo - L'Isola Piana e l'Isolotto dei Ratti


Torna indietro